Una mia intuizione - La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
3 maggio 2021
"Una mia intuizione"
 
Una mia intuizione. Sapete... nel mio piccolo penso... non sempre correttamente lo ammetto, credo di essere più portato ad intuire e soprattutto sentire... per cui preciso che, se ogni tanto mi permetto di scrivere qualcosuccia trattasi - più che di ragionamenti - di intuizioni e sensazioni profonde di cui mi farebbe piacere farvene parte.
Viviamo un momento in cui temo si stia commettendo tutti un errore gravissimo: - quello di credere che esista un’unica intelligenza razionale capace di comprendere e gestire la realtà, credere che questa intelligenza sia totale ed in grado di proteggere e garantire possibilità e manifestazioni vitali di cui crediamo illusoriamente di esserne espressione e parte, e di poter essere una rappresentazione non contagiata da nessuna contaminazione irrazionale. Crediamo di essere intelligenti. Crediamo inoltre, ingenuamente, di poter e dover collaborare in qualche misura a restaurare una dimensione umana obsoleta e ormai inadeguata a sostenere anche in minima parte una degna interpretazione della vita. Niente di più stupido e lontano dalla realtà, niente di più irrazionale e al tempo stesso estremamente pericoloso per l'umanità intera. L'intelligenza vitale, che stiamo invece rifutando rallentandone l'avvento, non è né giusta né univoca, semmai è fluida e trascinante ed ha in sè una caratteristica fondamentale di cui la stragrande maggioranza delle persone sembra non tenere conto: 'questa fluidità mutevole e trascinante prevede che siano gli uomini ad essere flessibili e ad adattarsi ad essa e non viceversa'. In parole povere questa è un'intelligenza che non è appannaggio di nessuna scienza circoscritta, non è controllabile da nessuna capacità razionale, non è rifugio dalla paura né tantomeno garanzia di vita, non è nella maniera più radicale una intelligenza razionale, è energia naturale che parte dai primordi ancestrali e si sviluppa in orizzonti infiniti di cui l'uomo è parte momentanea ed effimera.
L'umanità paradossalmente può contare su una sua collaborazione e ottenere una imprecisa (nel senso di incalcolabile) e non negoziabile continuità solo aderendo al fluire della stessa e questo comporta non una strategia di controllo da imporre o adattare nello stesso modo e nello stesso momento... ovunque, semmai il contrario: questa intelligenza richiede la massima fiducia e la più totale e completa apertura e adesione, non ne saremo mai specialisti o esperti, la sua essenza non la trovi nei libri, nei trattati scientifici, non è un farmaco, nessuna equazione, nessuna statistica ne prevederà mai la sua profonda realtà, nè ne potrà mai controllare in nessun modo gli eventi. Ripeto... non è un'intelligenza giusta, né tantomeno esatta, non possiamo disporne a nostro uso e consumo, noi come esseri umani non riusciremo in nessun modo ad indirizzarla a nostro piacimento. Possiamo solo capire, e dobbiamo farlo presto, di essere contromano.









.

Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Edy Fummo | Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti