o voi anime candide - La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
12 aprile 2021
"... o voi anime candide"
 
A proposito di complottismo sento e leggo da varie fonti più o meno gli stessi stupidissimi, faziosi, inutili studi, le cui superficiali conclusioni non sarebbe errato considerarle esse stesse frutto di un complotto perché mirano ad ottenere lo scopo di screditare e di mettere sullo stesso piano fanatici e fior fiori di scienziati, di esperti, di intellettuali, e decine di migliaia di persone normali, laureate o meno, che sono in grado di ragionare e avere curiosità e spirito di indagine quanto e più delle persone aderenti alla linea ufficiale. Di seguito un modello tipo, una sintesi estrema, degli studi "inoppugnabili" di cui sopra:

"Le ricerche sociologiche rivelano che gli individui più suscettibili alle teorie del complotto hanno cinque caratteristiche principali:

  • basso livello di istruzione
  • solitudine ed emarginazione  
  • condizioni di lavoro incerte
  • basso livello di reddito  
  • predisposizione a metodi violenti  

Poi c'è il rifiuto del sistema politico o l’ideologia politica
estrema  (cioè estrema destra o estrema sinistra), più si è estremi più è probabile che si creda alle teorie del complotto".

Dato che mi son sentito chiamare direttamente in causa, e ad onor del vero, devo ammettere che alcuni punti in questione (tranne che per l'emarginazione,  per 'i metodi violenti' e per le 'ideologie politiche', in quanto non ho mai avuto molta fiducia nella politica e quella attuale non la reputo degna di nessuna attenzione) sono praticamente il mio ritratto, ma non la mia essenza, e visto che mi sento comunque affine a varie teorie che vengono reputate complottiste, rispondo in maniera seria, semplicemente con una citazione famosissima:

"Il più bel trucco del Diavolo sta nel convincerci che non esiste.“ (Charles Baudelaire)

Rispondendo invece in maniera ironica, e visto che parliamo di studi, da alcune ricerche fatte e ripetute nel corso degli anni diverse volte, si evince che raccontiamo dalle 10 alle 200 bugie al giorno, e ci macchiamo di un'infinità di tradimenti tra persone, tra coppie, tra colleghi sul lavoro etc.; usando una metafora, non mi sembra di  esagerare se affermo che al mondo tra miliardi di persone laureati e laureate, colti e colte, fanatici e fanatiche, tra ignoranti e intellettuali, in questo preciso istante esistono migliaia e migliaia di cornuti e di cornute che non lo sanno e altrettante migliaia che lo sanno e non avrebbero voluto saperlo e provano a conviverci raccontandosi altre bugie, altri fanno finta di non saperlo, altri, a ragione, lo sospettano, molti altri ancora lo sospettano sbagliandosi completamente. Nonostante ciò, le nostre vite vanno avanti "regolarmente" in maniera ufficiale... ma ammesso e non concesso di essere suscettibili alle teorie del complotto, possiamo dire che non esistono cornuti/e? O che l'essere cornuti dipenda principalmente dai punti di cui sopra? Siamo soliti pensare che le corna accadano agli altri, ma senza diventare maliziosi o eccessivamente sospettosi, a volte "pensare a male" aiuta a prevenire il male stesso o a curarlo anticipatamente e magari comprenderlo, e così trarre insegnamento anche da un bel paio di corna vere o presunte che siano. Occorre fare un disegnino per spiegare che, in piccolo, bugie e tradimenti sono le più elementari forme di complotto e che si perpetrano da millenni a prescindere dalla cultura, dai titoli di studio, dal ceto sociale o dal reddito? Questi sono i mattoncini... poi ci sono le travi, le impalcature, le finestre, le mura, le tubature, gli impianti, i tetti e via discorrendo. Noi tutti, con i nostri dottorati o con le nostre licenze elementari, con le nostre pubblicazioni scientifiche o con i nostri strafalcioni, noi tutti, coi nostri congiunti, ricongiunti o congiuntivi errati, dormiamo tutti in queste case... o voi, anime candide credete di dormire sotto le stelle?









.

Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Edy Fummo | Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti