La fata capirà - La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
3 agosto 2019

La fata capirà

Non c’è più il Grillo
ad aprire questi occhi
imbrattati di nulla.
Come sirena priva di incanto
Lucignolo non ha più voce.

Smarrita è la strada,
la festa è perduta.
Note stridenti e chiassosi saltimbanchi
nascondono silenzi di fata.
 
In un mare di bugie senza vita
il Pescecane già divora il teatro,
pubblico e comparse,
Mangiafuoco e burattini…
 applaudono i bambini.
  
Il Gatto e la Volpe
senza maschere e pudore
sono nudi sul palco.
Non ho più monete
a nulla servono i Gendarmi,
dietro le quinte,
immobili file di inermi marionette.
 
Io però, dal Paese dei balocchi
fuggirò via, col mio vestito di carta,
e dentro il vuoto dei miei occhi chiusi
sognerò polvere di legno
e mani abili e incallite
forgiarmi e accarezzarmi ancora...
 
...la Fata capirà!










.

Stay tuned

Prossimamente
DREAM The Forgotten Language



Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti