Il cane e il gatto - La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
17 novembre 2020
" Il cane e il gatto "
  Per capire certe cose devi avere una natura da gatto, non da cane. Se ti chiedi come fa un gatto a capirle vuol dire che sei un cane. Se sei un gatto non hai bisogno di sapere. In periodi diversi della mia vita ho avuto modo, di vivere per alcuni anni con due gatti. Oggi ho una cagnolina bellissima, dolcissima, affettuosa, allegra e vispa e la amo follemente... ebbene lo ammetto non ho mai amato un gatto quanto amo questa cagnolina, nonostante ciò continuo ad avere un debole per i gatti, mi ci sento più affine e riesco facilmente ad entrarci in empatia.
  
 Trovo abissale la distanza tra il fascino e la magia del gatto e l'ordinaria naturalezza del cane. L'ovvia affidabilità di un cane è quanto di più lontano dall'esasperata imprevedibilità del gatto. Un cane è un usato sicuro e un ottimo affare; un gatto, un po’ alla volta, ti rende il suo affare e ne sei persino contento. Negli occhi di un cane ci trovi certamente tutto l'amore del mondo, negli occhi di un gatto dimora l'infinito.

 Per usare una metafora "spirituale o filosofica" potrei dire che il cane rappresenta il "conosciuto" mentre il gatto" rappresenta l'inconoscibile". Riferendoci ad un cane siamo soliti dire: - gli manca solo la parola. Il gatto non saprebbe che farsene delle parole e se proprio fosse costretto ad usarle le userebbe per ribadire che ci sono un’infinità di cose che le parole non possono definire né comprendere. In definitiva i gatti sanno cose che i cani non sapranno mai.
I gatti... loro... lo sanno e basta, non chiedetegli come... chiedendoglielo capirebbero all'istante che non siete in grado di capire.









.

Stay tuned

Prossimamente
DREAM The Forgotten Language



Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Edy Fummo | Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti