Dormono beate le pecore - La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
Belle loro. Intelligenti loro. Savie! Eroiche loro! Responsabili loro. Si tengono a giusta distanza, ai comandi si incolonnano rispettosamente, spaventate dai grugniti dei cani eseguono ordini; i pastori sanno quel che fanno ed i lupi? Quelli son sempre stati cattivi. Cattivi lupi! Purtroppo fa sempre più caldo e la lana non serve ormai quasi più a niente. Persino gli agnelli non servono né da vivi né da morti, visto che è sparita la Pasqua. Le porte dei macelli si stanno aprendo rumorose ma inesorabili, spalancate sull'inferno di un mondo dormiente.
Sul nostro pianeta laboratorio/allevamento è in atto una trasformazione radicale, dal vecchio ciclicamente si ripassa al vecchio; fin quando si continuerà a dormire qualcosa di completamente nuovo non si intravvederà mai, han solo ripulito i forni e il fuoco divampa.
Che caldo che fa! Dormono beate le pecore e sognano giganti, ciclopi, dei e dinosauri... che spavento!!! Sobbalzano nel sogno le pecore... aprono per un attimo gli occhi e si riaddormentano convinte, protette da maschere e i soliti rimedi, non hanno nemmeno notato che gli allevatori, i pastori coi cani, le hanno già ammassate sui tir, e che confuse tra le tante merci, al solito andranno avanti e indietro, su autostrade che conducono... altrove! Oltre!

A patto che abbiano la tesserina verde.









.

30 giugno 2021
"Dormono beate le pecore"
 
Sul nostro pianeta laboratorio/allevamento è in atto una trasformazione radicale, rapida e inarrestabile.  Vecchie famiglie di allevatori divise in due fazioni primarie fronteggiano una scelta epocale e difficile. Famiglie che nel corso dei millenni sono state amiche-nemiche, ora sono quasi allo scontro frontale, non riescono più a trovare un punto d'intesa e stanno provando a imporre ognuna la propria strada, e attraverso metodi ancestrali sfruttare ancora un po' le solite vecchie risorse: “le pecore”. Le pecore, mentre dormono, vengono tosate, curate e ammansite, né si sveglieranno quando le misure, le dimensioni, le durate, gli spazi, le possibilità, le libertà verranno tutte ridefinite e riprogrammate, è già accaduto diverse volte e questa storia si ripete ciclicamente da milioni di anni. È accaduto al tempo dei giganti, dei ciclopi, degli dei e ancor prima dei dinosauri. I dinosauri non ce l'hanno fatta, gli dei non ce l'hanno fatta, i ciclopi non ce l'hanno fatta, i giganti non ce l'hanno fatta, neanche le pecore ce la faranno a svegliarsi. Intanto, protette da una serie incalcolabile di intrugli e pezzoline,  dormono beatamente... il laboratorio va a fuoco, l'allevamento è pieno zeppo di presenze e di scarti, i pascoli sono sempre più compromessi e loro?
Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Edy Fummo | Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti