La terra dei sogni desti

Vai ai contenuti
Graphic

Il bagaglio tecnico

Il Motion Designer deve avere inoltre almeno una sufficiente conoscenza di software di animazioni 2D o 3D, di software adatti alla post produzione video, deve saper sincronizzare l'audio con il video e pertanto avere conoscenza di editing audio e infine deve saper unire il tutto e di conseguenza occorre la conoscenza di software per il Montaggio Video.

Designer

I mezzi espressivi

Il Motion Designer in sostanza crea video, animazioni, video musicali loghi animati, spot promozionali e commerciali, GIF Animate e quant'altro, tutti mezzi espressivi che rappresentano una notevole varietà comunicativa per poter raccontare storie ma anche per promuovere servizi o prodotti, annunciare eventi, pubblicizzare aziende, e anche per fare arte.
Motion

Cosa fa il Motion Designer?

Il Motion Designer è una figura professionale che negli ultimi tempi è in rapida ascesa ed in costante evoluzione e aggiornamento.
Il Motion Designer oltre chiaramente ad avere doti di creatività deve comprendere il linguaggio della comunicazione per immagini.


PARLA CON ME

Mi chiamo Edy Fummo e sono o quantomeno provo ad essere un creativo e quindi a seconda dell'ispirazione o delle circostanze indosso i panni del motion designer o del soundtrack composer oppure mi diletto a scrivere spacciandomi per blogger o persino per scrittore o poeta. Per anni ho lavorato come grafico pubblicitario e questa esperienza ha, per così dire, preparato il terreno ad un'ulteriore crescita creativa che è per l'appunto la grafica animata e quindi i video... attraverso i quali manifesto in qualche modo il mio mondo interiore... e provo a fare arte e possibilmente a far diventare questa creatività una vera e propria attività lavorativa.

Difatti il mio approccio al lavoro non segue nessun metodo particolare, in realtà non faccio altro che manipolare suoni, li ricompongo, ne seguo il percorso e le possibilità che mi offrono mescolandoli, infine li dispongo sulle immagini. Le note le lavoro, le accosto, le mescolo e ne catturo le emozioni che occorrono, che sostengono quelle determinate sequenze. Faccio lo stesso con le immagini, costruisco, mondi, atmosfere che a loro volta disegnano e intrecciano mondi e atmosfere su di un altro piano.

Elaboro, rielaboro, creo e distruggo, non mi fermo in particolare su nessun momento, nessuna immagine è e deve essere fine a sé stessa, tutto si riconduce a un tutto in movimento continuo. La mia è una fuga dall’immobilità, e allora vado in profondità e riemergo allo stesso tempo, un processo simultaneo che mi conduce ad un’interiorità desiderata, agognata, vissuta, creata di continuo.

Da grandi maestri dell’immagine, moderni ed antichi, come un camaleonte cerco di assorbirne i colori, di imitarne lo stile e l’aspetto, ma soprattutto di carpirne l’anima, di rivelarla in una sequenza di frame che non intende inseguire una sorta di immortalità bensì esaudire il desiderio di partecipare e condividere la creatività dell'esistenza, provando ad essere quanto più svincolato da qualsiasi tipo di continuità, libero dal tempo e dalla memoria stessa. Non credo ci sia nessuna distinzione tra arte e vita, per me sono un'unica cosa; considero arte, così come la vita, tutto ciò che non è un momento prima, né quello dopo, né questo momento. Considero arte tutto ciò che non segue nessuna linea. Arte è un continuo punto di partenza che non ha bisogno di nessun punto d’arrivo.

Arte è il cammino, è il "volgersi verso". Ma soprattutto: Arte è quando non c’è artista!
Stay tuned
Prossimamente
DREAM The Forgotten Language


Let's get social
Via Federico della Monica, 16 - Salerno
Cell: +39 3479927157
Torna ai contenuti